Pasturo

Altitudine 641
Abitanti 1961


POSIZIONE
Nella conca della Valsassina, sulle pendici orientali della Grigna Settentrionale, si trova Pasturo, il cui nome stesso sembra indicare la fertilità dei pascoli del piano e della montagna, che sono tutt'ora fra i maggiori della provincia. Il paese è inciso profondamente dal corso del torrente Pioverna, che poco a nord di Baiedo, frazione di Pasturo, si insinua fra la famosa Rocca di Baiedo.

STORIA
Ricordiamo qui che Pasturo è stata nei secoli terra di castelli. Nell’alto Medioevo in zona se ne trovava uno in prossimità del Pioverna, di proprietà della contessa Ferlenda di Lecco. Nel XV secolo, invece, ne venne costruito un altro enorme dagli Sforza quando ebbero proprietà su queste terre.
Quando arrivarono le truppe francesi Simone Arrigoni, che presidiava la fortezza, venne qui catturato e giustiziato. La fortificazione venne rasa al suolo, ma prima fu spunto per Leonardo Da Vinci per alcuni bozzetti e progetti militari. Lo sbarramento della Chiusa, infine, dove la strada supera il torrente con l'antico ponte di Chiuso, è stato uno dei luoghi più strategici nelle vicende storiche della valle più volte ricordate.

PUNTI DI INTERESSE
- Percorso Antonia Pozzi: la grande poetessa Antonia Pozzi trascorse momenti importanti della sua breve vita a Pasturo, dove la famiglia aveva una casa di villeggiatura. Per le vie del paese è possibile trovare ventidue pannelli che riportano suoi versi o fotografie legate al territorio pasturese.
- Chiese: in paese si segnalanola chiesa parrocchiale di Sant’Eusebio (costruita molto piccola nel Trecento e ingrandita e riconsacrata nel 1628) e il Santuario della Madonna della Cintura, antico edificio religioso noto così ma intitolato a San Giacomo Apostolo.

COSA FARE
Da Pasturo si può iniziare l’itinerario verso la Grigna Settentrionale, ad esempio verso il Rifugio Antonietta al Pialeral, il Rifugio Brioschi e il Rifugio Riva. Sopra i monti di Pasturo è possibile anche raggiungere la Chiesa di San Calimero con il suo caratteristico tetto rosso. La Rocca di Baiedo offre una palestra di arrampicata per i più valenti climbers. Infine nella piana di fronte al paese, che in realtà appartiene al Comune di Barzio, si svolgono ogni anno anche alcune storiche manifestazioni come la Sagra delle Sagre e la Mostra Zootecnica.

FESTIVITÀ
- 02/08: il santo patrono di Pasturo è sant’Eusebio Vescovo.

CURIOSITÀ
- Pasturo è citata ne “I promessi Sposi” perché in paese abitava la famiglia di Agnese. Nel capitolo XXXIII lei vi si reca per cercare di sfuggire all’epidemia di peste.
- A Pasturo passò anche Napoleone. Su casa Pigazzi è possibile osservare una meridiana con la scritta “W. 1859 W. V.E. E L.N.” che significa “Viva l’anno 1859. Viva Vittorio Emanuele e Luigi Napoleone”.

LINK UTILI
- Comune di Pasturo

Foto Relative



La Valsassina (C) MOUNTAIN MEDIA - Partita IVA: 03560620134 REA: 320180 (LC) - info@mountainmedia.it - Powered by A. Gianola - sviluppositi@mountainmedia.it