Stella Alpina

Nome Stella Alpina
Nome Latino Leontopodium
Famiglia Asteraceae
Periodo di Fioritura Agosto
Gruppo Vegetale Piante Erbacee


MORFOLOGIA
Pianta erbacea non molto alta (20 – 30 cm), dall'aspetto cespitoso.

FOGLIE
Le foglie sono sia basali che cauline. Quelle basali formano una rosetta e sono intere. Quelle cauline sono lanceolate e basali.

INFIORESCENZA
Le infiorescenze sono composte da capolini, dai tre ai dodici a seconda dell'esemplare. La struttura dei capolini è quella tipica delle Asteraceae: esternamente un involucro campanulato compost da squale, nel ricettacolo due tipi di fiori (quelli esterni e quelli del disco centrale).

HABITAT
Nonostante il nome faccia pensare diversamente, l'origine di questa pianta è da ricercare negli altopiani desertici dell'Asia Centrale. Si diffuse in Europa con le ultime glaciazioni. In Italia è presente per l'appunto solo nelle Alpi, tra pascoli alpini e rilievi rocciosi, su terreno secco e calcareo. Altitudine: dai 1500 ai 2600 metri di quota.

CURIOSITA’
Il nome latino (Leontopodium) significa letteralmente "piede leonino" e si riferisce alla forma dei caporali fiorali che richiamano una zampa di leone. Una stella alpina è riprodotta sulla moneta da due centesimi di euro dell'Austria.






La Valsassina (C) MOUNTAIN MEDIA - Partita IVA: 03560620134 REA: 320180 (LC) - info@mountainmedia.it - Powered by A. Gianola - sviluppositi@mountainmedia.it