Giabbio (Premana) - Alpe  Forni


Partenza Giabbio
Arrivo Alpe Forni
Zona Pizzo Tre Signori
Lunghezza 4.63 Km
Altitudine di Partenza 750 s.l.m.
Altitudine di Arrivo 1100 s.l.m.
Dislivello Positivo 565 m.
Dislivello Negativo 187 m.

Ricostruzione in 3D del percorso




POSIZIONE
Questo sentiero porta da Giabbio di Premana a uno dei suoi numerosi alpeggi, l'Alpe Forni.

DESCRIZIONE
Poco prima di arrivare al caratteristico comune di Premana notiamo, sul fondovalle, in prossimità di un ponte una strada sulla destra che porta a Giabbio, la zona industriale del paese. Qui lasciamo l'auto e cominciamo la salita lungo la strada sterrata che ci porta al caratteristico ponte chiamato di Bonom (Buoni Uomini) subito dopo il quale notiamo dei cartelli indicatori.
La nostra meta è l'Alpe Forni. Prendiamo quindi a sinistra e seguiamo la strada sterrata che costeggia la destra idrografica del torrente. Notiamo, dopo circa 5-10 minuti di cammino ci si presenta un bivio, con una larga strada sulla destra. Per raggiungere l'alpe è necessario proseguire dritto risalendo il torrente Varrone. Proseguendo ancora raggiungiamo l'agriturismo "Giabi" in cui è presente una fontana per dissetarsi. Superato l'agriturismo ci spostiamo sulla destra idrografica del torrente che ci accompagnerà per tutta la durata della nostra escursione. Da qui si continua con un paio di tornanti che ci portano Alla località Gebio.
Proseguendo, dopo un tratto pianeggiante e uno in discesa, incontriamo un nuovo bivio, in questo caso prendiamo la strada sulla sinistra risalendo sempre il torrente. Proseguendo ancora, dopo una breve discesa raggiungiamo una cappelletta dedicata a sant'Antonio. Da questo punto la strada diventa più impegnativa, si prosegue con due tornanti, un tratto in salita in cui si raggiunge un'altra piccola cappelletta (Giargiool del Zambeli) e si continua con altri sei piccoli tornanti raggiungendo la terza cappelletta della nostra escursione chiamata in dialetto cappelletta del Giargiool del Pegnaduur. Da qui la strada si spiana e si raggiunge dopo qualche minuto il Praa dol Camosc (Prato del camoscio) un luogo in cui è presente una fontana ed alcuni tavoli in cui è possibile riposare.
Continuando ancora per circa 15-20 minuti si raggiunge l'Alpeggio Forno Sotto. La camminata è sempre abbastanza rilassata alternando tratti in salita a tratti in piano ad eccezione dell'ultimo tratto in cui la pendenza diventa più sostenuta. Il percorso è comunque molto vario e spettacolare.

SENTIERI CONNESSI

ITINERARI CHE COMPRENDONO QUESTO SENTIERO




(C) La Valsassina - info@mountainmedia.it - Privacy Policy Cookie Policy